Le caratteristiche organolettiche di uno spumante giovane, fresco, con presa di spuma in autoclave, tipo prosecco, dipendono in larga misura dalla tipologia dei fermenti vinari utilizzati,

Le attuali pratiche enologiche fanno ampio uso di solfiti, che in larga misura inibiscono la microflora indigena presente sull’uva, microflora che viene poi sostituita con un inoculo di fermenti industriali LSA , ottenuti con selezioni clonali e commercializzati in tutte le parti del mondo.

 Queste correnti pratiche enologiche portano a una sempre maggiore omologazione dei vini: si perdono così l’unicità e l’eccellenza dei vini di “una volta”, espressione dei molteplici e diversi terroire di provenienza delle uve.

Il Procedimento  Botèn® esclude l’utilizzo dei solfiti e dei fermenti industriali LSA

Il  Procedomento Botèn”, attraverso l’applicazione  di originali pratiche viticolo-enologiche , si propone di ottenere gli eccellenti spumanti di “una volta”, con una loro personalità, distintività, espressione dei fermenti vinari di pregio tipici dei prestigiosi “Vigneti Botèn”.

I “Vigneti Botèn” sono vigne vecchie, collocate in zone, che, tradizionalmente, hanno sempre consentito la produzione di grandi vini grazie a:

  • condizioni pedo-climatiche particolarmente favorevoli
  • tradizionali pratiche viticole/agronomiche.

In particolare, la presenza nel vigneto di “sotto prato” stabile, determina, in modo naturale, particolari micro-eco sistemi che, a loro volta, assicurano  all’uva di ciascun “Vigneto Botèn”, una tipica microflora vinaria autoctona e di pregio.

Il “Procedimento Botèn” prevede la scelta dei migliori grappoli, dai rispettivi prestigiosi “Vigneti Botèn” e da questi, la selezione, per via naturale, massale, dei fermenti vinari di pregio, tipici di ciascun  “Vigneto Botèn”.

Questi fermenti selezionati, in sospensione liquida, con patrimonio enzimatico non danneggiato dall’essicazione, vengono, nel Vinificatore Botèn, coltivati ed utilizzati  per fermentare i vari mosti, conferendo  ai vini, così ottenuti, delle caratteristiche organolettiche, di gran pregio, uniche e tipiche dei vini di ciascun  “Vigneto Botèn”.